Le attività e gli obiettivi formativi

Le attività formative
Tutte le attività di formazione si svolgono presso le sedi di Padova e di Mestre-Ve.
Il percorso formativo, della durata annuale di 500 ore, prevede:

  • la formazione personale dello Specializzando attraverso il lavoro di gruppo, la presentazione di casi clinici e la simulazione di situazioni cliniche (80 ore);
  • la supervisione clinica dei casi seguiti dagli Specializzandi (59 ore);
  • la gestione pluriprofessionale delle situazioni cliniche (99 ore);
  • la partecipazione ad attività seminariali intensive alle tecniche psicoterapeutiche e di dinamica di gruppo (64 ore);
  • l’attività di “studio e ricerca”: orientata alla documentazione scientifica, mediante pubblicazioni, relazioni, comunicazioni a convegni, seminari e altro, al fine anche di arricchire il curriculum di ciascun Specializzando (48 ore);
  • l’attività di “tirocinio in attività pratica di psicoterapia” (150 ore), presso strutture convenzionate con le Scuole.

Gli obiettivi formativi
Attraverso questo programma didattico le Scuole intendono mettere lo Specializzando nella condizione di realizzare una specifica capacità terapeutica, sostenuta da un’adeguata competenza teorica, metodologica e personale.

Nei quattro anni, lo Specializzando dovrà maturare le conoscenze e le capacità che lo mettano in condizione di pianificare e di gestire, in modo autonomo, una relazione psicologica di tipo terapeutico. Al termine del quadriennio formativo, lo Specializzando avrà acquisito le competenze necessarie per modificare – in coloro che lo richiedono e là dove sia possibile – gli schemi d’interazione e i processi mentali disfunzionali, unitamente al disagio individuale e interpersonale.

Al termine del quadriennio formativo lo Specializzando dovrebbe aver sviluppato una adeguata competenza clinica nelle seguenti aree:

  • disturbi della relazione sessuale/affettiva e del sistema d’identità;
  • problemi esistenziali connessi con la rappresentazione di sé, i generi narrativi autobiografici e con le situazioni di ruolo e del ciclo di vita;
  • disturbi cosiddetti sintomatici (per esempio ansia, fobie, compulsioni, disforie/ depressioni, disturbi alimentari, dipendenze, psicosi reattive, stati persecutori, stati dissociativi e forme egodistoniche);
  • condotte autolesioniste, comportamenti devianti, tossicofilie e problemi di adattamento sociale, interpersonale e relative implicazioni somatiche;
  • promozione di stati di euritmia soggettiva e olistica.

Quindi in relazione alle diverse aree problematiche, lo Specializzando sarà in grado di utilizzare in modo mirato e coerente le diverse metodiche terapeutiche apprese durante la formazione.